venerdì 9 giugno 2017

Recensione 'Prima che sia domani' di Clare Swatman


Buon venerdì lettori! A conclusione di quella che è stata una lunga e commovente settimana, sono reduce dal matrimonio di una mia grande amica, vi accolgo nel mio angolino con la recensione di un libro incentrato proprio sul sentimento a cui tutti aspiriamo: l'amore, quello con la maiuscola.
Il romanzo di cui sto per parlarvi è stato pubblicato la scorsa settimana dalla casa editrice Mondadori che, nella persona di Anna, mi ha omaggiata di una copia. 




Prima che sia domani
Clare Swatman


Editore: Mondadori - Genere: Narrativa Contemporanea
Pagine: 286 - Prezzo: 18,00 € - eBook: 6,99€
(OMAGGIO CE)


Trovi la tua anima gemella... Alcune persone non si accorgono di essere in presenza dell'amore della loro vita neanche quando se lo ritrovano proprio davanti agli occhi. Per Ed e Zoe è stato così: si sono incontrati il primo giorno di università, hanno condiviso anni bellissimi come coinquilini nello stesso appartamento, si sono innamorati... Si sono persi di vista... Poi le loro strade si sono incrociate più volte ma, per motivi sempre diversi, sembrava che non fosse mai il momento giusto. Solo anni più tardi, dopo che entrambi si sono lasciati alle spalle varie esperienze, il loro amore è finalmente sbocciato... ... e poi succede qualcosa di inimmaginabile. Un giorno, mentre stava andando al lavoro in bicicletta, Ed viene coinvolto in un incidente. Zoe è letteralmente incapace di reagire a un evento così tragico, non riesce a trovare una maniera per sopravvivere. Non è pronta a lasciare andare i ricordi. Come può dimenticare tutti i momenti felici, dal loro primo bacio a tutta una vita costruita insieme? Ma, soprattutto, Zoe è tormentata dalla consapevolezza che ci sono delle cose che avrebbe assolutamente dovuto dire a Ed... Ma forse non è troppo tardi...



Il Carpe diem, dal latino 'cogli il giorno', più comunemente tradotto come 'cogli l'attimo', è un invito a godere ogni giorno dei beni che ci vengono offerti dalla vita, un invito ad apprezzare quello chi si ha, a comprendere che è nel presente che l'uomo deve concentrare le proprie azioni data l'imprevedibilità del futuro. Ed è proprio il carpe diem, così come ve l'ho presentato, il burattinaio che muove le fila della storia che prende piede pagina dopo pagina, rigo dopo rigo, parola dopo parola, sillaba dopo sillaba, a partire già da quel titolo: Prima che sia domani, ovvero prima che sia troppo tardi. 
Una storia, quella che ci viene raccontata, in cui capiremo l'importanza dei piccoli gesti quotidiani, della mancanza di una parola o di un affetto in un determinato momento o, al contrario, l'eccessivo sproloquiare, magari con parole taglienti, parole che fanno male al prossimo ma, riflettendoci, anche a noi stessi. 

Il filo conduttore, attorno al quale l'intera trama viene plasmata, è il sentimento d'amore. In questo romanzo si racconta di un amore potente ma al contempo straziante, di quelli che tolgono il fiato ed il sonno, di quelli che ti fanno sentire le famose farfalle nello stomaco o mancare un battito all'improvviso.
In un prologo in cui tutto sembrerebbe compiuto ed inevitabile, la protagonista del romanzo, Zoe, si ritrova a dover fare i conti con un evento funesto ed inaspettato: la morte di suo marito Ed, un uomo che negli ultimi mesi della sua esistenza si era trasformato dal grande amore in un estraneo, un estraneo al quale, ora, Zoe vorrebbe dire tante cose. Ed è proprio in seguito ad un incidente domestico, che vede coinvolta la giovane donna, che inizieremo a viaggiare nel tempo con lei per poter rivivere l'inizio di una passione insperata, ritrovare quell'Ed esattamente quando tutto è cominciato e con un mondo intero di possibilità davanti, con la speranza di rivivere ancora un giorno con lui, magari sfruttando il famoso effetto farfalla in cui un piccolo cambiamento negli avvenimenti del passato possa determinarne uno enorme e travolgente negli anni successivi. 

Ci sono romanzi che non basta leggere, che devono essere vissuti intensamente da chi ne sfoglia le pagine, romanzi che sanno come emozionare il lettore. Sono stata emotivamente coinvolta dalla scrittura della Swatman, così dolce e cristallina, e dalla storia che, devo ammetterlo, mi ha intristita e ha serrato il cuore in una morsa, facendolo battere all'unisono con quello della protagonista, quasi fossero un solo motore. 

Zoe una donna distrutta, persa e piena di rabbia. Zoe che prende per mano il lettore e, in prima persona, lo invita a viaggiare indietro nel tempo, lo conduce nei suoi ricordi lasciandolo scivolare in punta di piedi nella vita di due estranei che, capitolo dopo capitolo, perderanno questa accezione andando a ritagliarsi un posto speciale nel suo cuore, un posto tale da scaldarli entrambi. 
Zoe e il dolore altalenante che scompare ogni qual volta che, al risveglio, rivive un'intera giornata del passato con il suo Ed protagonista. Zoe e il dubbio di lasciare che la natura faccia il suo corso come già avvenuto o modificare qualcosa nei gesti e nei comportamenti che lei ben conosce. 
Si soffre insieme a lei e all'evoluzione di quell'amore forte e totalizzante che nel corso degli anni, episodio dopo episodio, appare sempre più appeso ad un filo, un filo che si allenta un po' per volta fino a generare quella sensazione che sia scomparso del tutto. La distanza che si apre come un baratro nel loro essere coppia, una coppia provata dalle litigate, dalle tensioni, dalle notti passate a dormire separati, dai silenzi e dai sensi di colpa. Il dolore nel sentirsi defraudata del desiderio di maternità, desiderio che si trasforma in una vera e propria ossessione accompagnata dall'incubo della fecondazione assistita.

La Swatman ci racconta di un amore che supera le barriere del tempo e dello spazio e, nonostante l'epilogo possa apparire scontato, ritengo anche che possa essere considerato l'unico possibile ed immaginabile da parte del lettore, senza andare ad inficiare sulla struttura generale del romanzo.
Mi sono innamorata di Zoe e Ed, è stato straziante vedere come una coppia che si ama così profondamente possa arrivare ad un punto di rottura tale da dimenticare ciò che erano stati. Si parteggia per Zoe, affinché possa riuscire a cambiare qualcosa, non dico l'inevitabile, ma che possa almeno dimostrare a suo marito quell'amore che ha tenuto nascosto dentro di sé. 
Una volta riposto il romanzo sullo scaffale dei libri terminati ho compreso come difficilmente dimenticherò questa coppia e la sua storia. Li sento a me vicini, una presenza costante che mi rimarrà cucita addosso per molto, moltissimo tempo.

Mi sono dilungata e vi chiedo scusa, ma è giusto che capiate quanto sia quasi necessario innamorarsi di queste pagine di carta e spero che accada anche a voi. Lasciatevi conquistare dalla potenza di questa storia che, se siete romantici come la sottoscritta, saprà emozionarvi!





11 commenti:

  1. Recensione sentitissima e romanzo che mi ispira molto.
    Vedrò di leggerlo senz'altro. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un romanzo che merita davvero!
      Attendo il tuo parere :)

      Elimina
  2. Un po' di romanticismo non può che fare bene! Ne prendo nota.

    RispondiElimina
  3. ti ho vista tutta in ghingheri per il matrimonio! che bella che eri :D

    e bellissima anche la tu recensione. quasi mi commuovo leggendola. mi segno il romanzo. mi sembra davvero interessante.

    RispondiElimina
  4. Anna non ti smentisci mai, belle parole per una super recensione! Devo ammetterlo se non ne avessi parlato tu io questo romanzo neanche lo prendevo in considerazione. Come ogni libro che merita una possibilità lo segno e poi vedremo...baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Rosa e soprattutto sono contenta di aver contribuito a permetterti di dargli una possibilità. Io mi sono innamorata della storia e dei personaggi :)

      Elimina
  5. Meravigliosa recensione Anna, ma già saprai che adoro leggerti!
    Avevo segnato il libro ispirata dalla trama, ma questo è il primo parere che leggo, e ora sono più che mai decisa ad addentrarmi nella storia!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jasmine <3
      E non avevi sbagliato a segnarlo, merita davvero tanto! :)
      Aspetto di conoscere il tuo parere allora!

      Elimina
  6. Sarà la mia prossima lettura , non vedo l'ora :)
    Ciao

    RispondiElimina